Studi scientifici “vitali”

Le vite… la vita.

Rivelati i risultati di un nuovo studio scientifico: dai dati raccolti sembrerebbe che la causa fondamentale della morte dell’uomo sarebbe nient’altro che la vita.

Un team di scienziati ha, infatti, incrociato i dati di miliardi di campioni negli ultimi 2,5 milioni di anni e sono giunti alla seguente conclusione: la vita e non altre cause accidentali (malattie, carni rosse non lavorate, eccessivo uso di caffè etc…) è la prima causa di morte in assoluto. La vita si contrarrebbe già al momento della nascita, ma molti degli scienziati affermano che il contagio avverrebbe anche prima, e nonostante l’apparente asintomaticità, nel giro di qualche decennio porterebbe inequivocabilmente alla morte.

Ci sono alcuni sintomi comuni a tutti i soggetti presi in esame che confermano il contagio: respirazione, appetito, in alcuni casi litigiosità e delirio di onnipotenza. Non esiste allo stato attuale una cura per la vita, ma la prevenzione resta sempre la migliore soluzione… Su un campione di 600.000 nati nel 1800 si è appurato che il 100% è risultato affetto dalla vita e di conseguenza è morto. Volete che i vostri figli non muoiano? Ad oggi l’unica soluzione è non metterli al mondo… oppure…

Oppure ci sarebbe un percorso complicato da intraprendere, una sorta di gruppo di auto mutuo aiuto in cui ci si possa preparare all’inevitabile epilogo. Senza troppo stress, lasciando tracce concrete del nostro passaggio in questo mondo.

3 commenti

I commenti sono chiusi.